Il thread delle bufale e dei bufalari

Questo è un thread che potrà essere molto utilizzato, con toni, a seconda dei casi, sia seri che leggeri. Inizierei con una storia che pende più verso i secondi (anche se qualcuna tra le persone coinvolte all’epoca dei fatti potrebbe dissentire):

2 Mi Piace

Bella lì. Spetta che recupero il thread dell’e-cat dal ten… :grin:

Durante una vacanza al mare, nel Delaware, conobbe una coppia alla quale spiegò che aveva appena brevettato l’invenzione del secolo: una macchina in grado di trarre energia illimitata dall’aria. I due poveretti ci caddero, e, in varie tranches , gli fecero avere 22.000 dollari – cifra notevole, per i tempi.

Eh beh

Spiegò alla Goebel che l’estate prima non era andato in vacanza nel Delaware, ma in una missione segretissima di cui erano al corrente solo la Casa Bianca, i vertici dell’amministrazione Eisenhower allora in carica e i massimi dirigenti della grande impresa di elettronica Westinghouse

Eh beh

Raccontò alla donna di esser stato portato in aereo in una base militare di Houston, Texas. Lo avevano condotto su una pista di atterraggio, sulla quale si trovava un disco volante a forma di campana alto fra i nove e i dodici metri e del diametro di una trentina. La presidenza Eisenhower lo teneva talmente in considerazione da farlo salire per primo sul disco.

Eh… Maddai! Per primo!

Sarà stato per assicurarsi che non ci fossero trappole.

Dopo una settimana, sulla scrivania della Goebel comparve una lettera manoscritta a grossi caratteri verdi, come se fosse stata scritta usando un pennello. Proveniva da Venere, e altre due lettere simili seguirono a settembre e a ottobre. In calce a ognuna figurava la firma di Uccelles, in caratteri venusiani;

Vabbè, la psichiatria qui ci va a nozze. Ma significa una cosa sola: potremmo credere di tutto, persino che un giorno parleremo direttamente con dio.

Un giorno, che adesso non ho tempo di ascoltarvi.

No, per carità. :sweat_smile:
A meno che non sia per fare un favore al Jabba…

1 Mi Piace

I soliti favoritismi.

Ovviamente.

Visto la trasmissione, segnalata da Attivissimo (che era tra gli ospiti). Niente di speciale, considerazioni già ripetute tante volte, mi aspettavo di meglio. L’intervista al terrapiattista sembrava un intermezzo comico.