Twitter Madness

Ma non è che Elon Musk è in realtà il Cimpy?

Gli ultimi giorni sono stati da circo.

il Cimpy è povero!

Già, altrimenti ci facevamo subito regalare set di scacchi di lusso (al Jabba quello di Napoleone, ovviamente).

1 Mi Piace

ovviamente.

anche un insegnante, non sarebbe male

Fa finta

Ahimè, come vorrei essere abbastanza ricco da fare doni agli amici. Ma niente, vi tocca sorbirmi così, senza nemmeno un chupa-chups di contentino.

Comunque Elon sta facendo cose folli, al punto che mi chiedo se davvero non capiamo noi o se lui sia proprio fuori.

Forse aspira semplicemente ad essere il prossimo Trump. Credo che abbia già un discreto séguito.

Mi pare anche abbia attivato un sondaggio per sapere se riammettere o meno Trump in Twitter. Non so com’è andata a finire, a parte che pare ci siano state un milione di risposte in un tempo molto breve.

Leggevo anche che, dopo l’epurazione e il successivo ricontatto di ingegneri e tecnici licenziati un po’ troppo allegramente, in realtà altri ingegneri e tecnici hanno dato le dimissioni.

Che se ci ho preso e in realtà l’assalto a Twitter era per demolirlo, ovvero fargli cambiare politica, direi che mr. Musk il primo obiettivo lo sta inseguendo a grandi falcate. Per il secondo, vedremo.

Infatti, Elon ha detto che, col 52% di favorevoli, avrebbe riammesso Trump.

Trump ha risposto che non gli interessa.

Ma noi ti vogliamo bene per la tua simpatia, mica per i soldi.

Io ho ipotizzato tra lo scherzo e la provocazione, che si tratti di un complotto: molti governi diversamente democratici vedono Twitter come un problema. Quindi spendere complessivamente 44 miliardi di dollari per romperlo potrebbe essere in realtà un ottimo investimento.

Scherzi a parte, ho trovato una lunga lista di qualcuno che ha lavorato su social networks di cose che si potrebbero rompere e che spiega bene perché se Twitter aveva oltre 8000 dipendenti , trovarsene improvvisamente con 800 potrebbe essere un enorme problema.
Al di là delle minacce esistenziali per l’azienda, ci sono casi – che potrebbero sembrare estremi ma sono moto più frequenti di quanto si pensi – in cui la gente potrebbe morire . E in certi casi anche tanta gente.

https://twitter.com/_happycactus_/status/1593904168913313793?t=ehck9gMnclt7_y78Gqbo0Q&s=19

(La cosa dei terroristi col machete l’avevo già letta altrove)

Ad ogni modo oggi iniziano i mondiali di calcio, vediamo se la piattaforma sarà in grado di sopportare lo stress.