Tutto l'AccaCì che conta

Da altrove, riporto quello che conta


HappyCactus


E niente, c’abbiamo un HappyCactus che presto sarà famoso (si, lo so: lo è già. Ma ancora non se la tira) e che però disperde i suoi interventi pubblici in giro per il forum.

Dunque, per tutti quelli che domani vorranno andare in giro millantando di averlo sempre letto e seguito con ammirazione (o anche con risentimento, fate voi), metto qui i link ai post dove ha linkato le sue uscite fuori dal Ten4Ward. Che lo so che son più di tre, ma le altre ora non le trovo (a riprova che questo thread è necessario. Hc, metti in risposta quello che non trovo, o fai finta di fare il timido come tuo solito?)

Va da sé che appena altri (Tobanis, conto molto su di te) diventeranno vittime dei mass media, i link li potranno mettere qui (che poi cambio il titolo in “AccaCì si credeva di essere unico, invece era trino” o una cosa del genere)

uno:

Mar 12 Gen, 2021 21:24
Ah, lo posto qui che mi sembra un po’ In Topic… oggi c’è un mio mini intervento nientepopo’dimenoche Il Giornale.

Twitter oscura Libero. Ed è bufera su WhatsApp - ilGiornale.it

Non è che parli poi di rocket science, ma di Twitter, Trump, Whatsapp e cose così…

due:

Ho pubblicato l’articolo su Agenda Digitale, qui il link anche se l’occhiello non l’ho scritto io e suggerisce il contrario di quanto sostengo nell’articolo. Ho segnalato il problema ma mi è stato risposto picche, quindi penso che la mia esperienza con Agenda Digitale si fermerà qui…
Ve lo sintetizzo così: se la colpa è della Lombardia, il peccato originale è della PA che è refrattaria alle dinamiche digitali. Finché non avremo risolto il problema di una PA che non ha alcuna intenzione di smuoversi dalla sua inerzia e venire incontro ai requisiti dei progetti informatici e digitali, rassegniamoci.
I problemi erano noti da mesi, si sono accumulati, e prima o poi dovevano esplodere. Se ricordate, l’avevo velatamente annunciato anche durante la chiacchierata su Liberi Oltre…

tre:

Oh ragazzi son proprio commosso! Non avevo inserito il link prima (era la replica, sono andato in diretta alle 18) perché 1) mi son dimenticato 2) ma chi cacchio vuoi che abbia interesse a sentire quattro scemenze :slight_smile: Invece! Ok.
Intanto, perdonatemi, non sapevo che c’è disponibile la puntata integrale anche sulla pagina facebook:

VERONA LIVE SPECIALE DI DOMENICA: RACCOLTA DATI E PRIVACY, COME E QUANTO FUNZIONA IL BINOMIO? | VERONA LIVE SPECIALE DI DOMENICA: RACCOLTA DATI E PRIVACY, COME E QUANTO FUNZIONA IL BINOMIO? Algoritmi per stabilire le zone colorate per la gestione... | By Radio Adige TV | Facebook

Ve la faccio breve, nella prima parte si è parlato del famigerato Algoritmo dei colori. Spiegavo che il problema della lombardia non è stato tanto l’algoritmo, il quale da sì qualche margine di libertà alla cabina di regia, ma il calcolo dell’Rt, il quale è di per sé un parametro molto sensibile agli errori (errati conteggi, ritardi), ed è anche il parametro con maggior “peso” nell’algoritmo. Nota a margine: prima domanda, di per sé molto complessa senza poter mostrare un diagramma; non sapevo sarei andato in video, il che spiega anche l’assenza della cravatta.
Seconda domanda, immuni: tecnicamente è stato un progetto realizzato in modo eccellente, ma a cui non hanno fornito la possibilità di lavorare. Come una bella ferrari a cui non hanno messo la benzina.
Terzo, la privacy, Tik Tok e tutto il resto. Non è tecnicamente possibile identificare una persona, quindi come pensiamo di poter obbligare i minori a dichiarare la loro vera età? Come non è desiderabile del resto identificare ed eliminare l’anonimato. L’anonimato protegge le minoranze nell’esercizio dei propri diritti, e questo è fondamentale.
Quarto big data: I provider hanno la capacità di conoscere noi stessi meglio di noi stessi. Per questo dobbiamo essere consapevoli del prezzo di tali servizi. Prezzo perché siccome non si pagano in moneta, in qualche modo si deve remunerare. E quel prezzo siamo noi. I nostri pericoli non sono le pubblicità, ma quei servizi avanzati che permettono, per esempio, alle aziende che valutano il rischio di credito, o il rischio sanitario, di vendere il nostro profilo ai servizi di credito, alle assicurazioni, le quali hanno la capacità di valutarci.

Sull’audio, mi sono reso conto solo dopo che l’audio dell’iMac è pessimo. Del resto ho ricevuto l’invito in trasmissione a mezzogiorno e il collegamento è avvenuto alle 1755, quindi non c’era il tempo materiale per cambiare (eppure avevo le Shure con microfono a portata di mano, scartate perché troppo isolanti).
Mi devo procurare un microfono adatto, qualcuno ha qualche prodotto o criterio da suggerire?

quattro:

A proposito, ieri è uscito il mio articolo su Agenda Digitale eu

e citazioni:

e poi illo in persona ci aggiorna:

Ragazzi, che dire … son commosso!

Riguardo le citazioni, c’è Verona IN … [url=https://www.verona-in.it/2020/06/03/e-bufera-sul-5g-a-verona-cittadini-sul-piede-di-guerra/]https://www.verona-in.it/2020/06/03/e-bufera-sul-5g-a-verona-cittadini-sul-piede-di-guerra/[/url] Quando mesi fa si parlava di CinqueGGGGI.

Poi c’è il mio articolo sulla Privacy, il mio debutto sui media! [url=https://www.fanpage.it/politica/trasparenza-e-sicurezza-non-sono-optional-cosa-ce-che-non-va-nellapp-immuni/]https://www.fanpage.it/politica/trasparenza-e-sicurezza-non-sono-optional-cosa-ce-che-non-va-nellapp-immuni/[/url] …Scritto quando ancora si parlava di Contact Tracing alla Koreana, quando immuni è era solo un aggettivo e litigavo con un Prof della Bocconi e uno della Sapienza, entrambi molto ascoltati e molto molto presenti sui media. Alla fine l’hanno spuntata i Talebani della Privacy (ipse dixit).

Poi un tot su Agenda Digitale, ma ve l’andate a cercare da voi :slight_smile:

Poi ci sta sempre quello che ha da ridire, ovvio. Sempre lui, il facinoroso del gruppo:
image

Ecco, ho (ri)letto questo sulle PA e la vulnerabilità.

Interessante, come sempre.

C’è solo un punto sul quale non riesco ad essere convinto:

WordPress, Joomla e Drupal sarebbero indice di maggior sicurezza? Cioè, se i siti li fai sviluppare al cuggino, forse, sennò ho più di qualche dubbio.
Di base i CSM mi lasciano abbastanza freddino - magari è solo antipatia personale dovuta a dissapori nati in ere informatiche ormai sepolte, eh?!

ma il nostro risponde con savoir faire e competenza:
image

No, la questione è “standard”, infatti non cito la sicurezza.
Standard, per facilità di reperire Know-how, tra le altre cose.
Sarcazzo-CMS, molto probabilmente sarà vulnerabile, non mantenuto, magari open source ma non analizzato.

e morta lì. Per il facinoroso, mica per AccaCì, che continua a produrre:

Per chi fosse interessato, venerdì prossimo 5/3 alle 17 ho organizzato un seminario con 3 relatori di altissimo livello, modera Luca Zorloni di Wired.

Io fossi in voi non me lo perderei per nessuna ragione.

Per quelli gnucchi (tipo il facinoroso), AccaCì ha dovuto precisare:

Vai sul link nella locandina, che poi è questo: https://bit.ly/ING-VR-MESSAGGI-PRIVACY Lì puoi iscriverti. ISI formazione è la piattaforma per i crediti formativi e non hanno aggiornato la pagina dopo che abbiamo esteso l’accesso a tutti (grazie a mia intercessione).

poi abbiamo anche la registrazione dell’evento, dove AccaCì fa la bella statuina

articoli dove spiega o viene citato:

che poi per quello sopra c’è un commento imperdibile altrove:

Mi avevano proposto di scrivere qualcosa sul surface attack (“i rischi”) del sistema del green pass, ma ho dovuto rifiutare essendo prossimo alle ferie.
Comunque la sostanza sarebbe stata: ma per che cazzo usano gli SMS con i link, che sono un rischio phishing a livello 80000%? Imbecilli.

e poi:

Oggi vi parlo di Pegasus. Argomento che mi ha fatto correre più di qualche brivido lungo la schiena.
Ma i nostri preoccupati per la libertà sono evidentemente occupati con il Green Pass. Capita, quando hai lo scolapasta in testa.

Pegasus, il cyberspionaggio globale dai risvolti agghiaccianti: ecco perché siamo tutti coinvolti - Agenda Digitale

Ancora su iOS e Pegasus:

Oggi parliamo di iOS ragazzi. Il Sistema Operativo Mobile SICURO per eccellenza, giusto? Beh…

Ma gli smartphone Apple sono sicuri? Tutti i dubbi (dopo il caso Pegasus) - Agenda Digitale

Un caso in Regione:

Ho scritto due cose sul caso della Regione Lazio.
Regione Lazio, se un malware terrorizza l'Italia - Agenda Digitale
(non tutto è roba mia.)

E ci aggiunge:

Sto cercando di compilare un bestiario delle vaccate scritte dai giornali sul tema.
Riassunto: non credete a un solo dettaglio tecnico che sia stato detto in materia. Non c’è una prova, non c’è nulla di chiaro, sono tutte speculazioni spesso completamente prive di fondamento.
Ad esempio, oggi gira voce che si tratti di Emotet. Improbabile: la rete di Emotet è stata chiusa mesi fa dall’Interpol e i responsabili arrestati.
Il top è stato toccato da Molinari (direttore di Repubblica) ieri sera a In Onda su La7. L’attribuzione ai paesi dell’ex blocco sovietico è arbitraria e priva di fondamento, al momento non è vero che la maggior parte dei gruppi criminali è Russa, tant’è che di circa 44 APT censiti, 28 sono Cinesi e solo 2 Russi.
Per dire. E questo è il direttore di Repubblica.

Un altro stalker avvisa:
image

Intanto HC viene citato su Open:
https://www.open.online/2021/10/30/covid-19-green-pass-falsi-codici-italiani/

HC ricorda che:

Non è possibile revocare il green pass, ma va bene così: ecco il pasticcio - Agenda Digitale

E lo stalker ufficiale (quello con mantello e mascherina) si legge questi due linkati da AccaCì stesso:

Poi trova questo:

Eppoi:

HC, giornalaio per sbaglio

Cioè, qui la metà analfabeta dei lettori avrà pensato ad una supercazzola brematurata.

Comunque c’è la foto del nostro HC - quella del matrimonio, mi pare - dei tre, in basso a destra.
Poi invece la prima a sinistra è lui tra 5 anni.

Il tizio nella seconda è lì per riempire il gap tra le due versioni di Happy, prima e dopo il matrimonio.

Intanto, il nostro:

Hey Cimpy :slight_smile: ancora sul Cloud

Poi prosegue:

Oggi ho fatto due chiacchiere con StartupItalia sull’incidente informatico di ieri… C’è da ridere.
https://startupitalia.eu/172097-20220324-attacco-ransomware-a-trenitalia-il-caos-sulle-credenziali-la-nostra-intervista
Qui invece ne parla Matteo Flora, con il quale ho approfondito la questione…
979. CERBERO PODCAST e l'ATTACCO A TRENITALIA, le Password escono la storia è ASSURDA! - YouTube

E prosegue:

Ieri l’Ordine degli ingegneri di Verona ha pubblicato il mio lavoro sul Voto Elettronico.
https://ingegneri.vr.it/wp-content/uploads/2022/05/evoting.pdf

Lavoro corale ed immane svolto con 3 colleghi esperti di cyber security e IA. Si parla di aspetti tecnici ma anche giuridici e funzionali. Articolo tecnico ma leggibile anche da parte di chi non mastica l’Informatica.

Martedì invece a mia insaputa sono finito su Derrick, trasmissione quotidiana di 5 minuti di Radio Radicale. La trovate qui. Ha meritato una mia precisazione su twitter, però, perché evidentemente il conduttore aveva travisato un po’ le mie parole. Comunque è stata una piacevole menzione.

Certo, il facinorso non molla:

Negli ultimi due anni il mondo, le nostre vite, il nostro modo di lavorare, di comunicare, di
rapportarci con gli altri sono cambiati. La pandemia ha imposto una presa di coscienza sulle
necessità e le potenzialità dei mezzi tecnologici per la comunicazione a distanza, recepite in
modo tutto sommato positiva
nel nostro paese, tradizionalmente restio all’innovazione,
nonostante sacche di resistenza che di tanto in tanto riaffiorano.

i votanti devono potersi fidare che le schede sono
conservate

questo meccanismo è pubblico e il suo controllo sono
demandati alle forze dell’ordine e agli scrutatori provenienti dalla popolazione civile

e di modificarne i risultati su una scala ad oggi impensabile.
Ad oggi, dunque,

Così glielo dice:

Ti serve un correttore di bozze e/o un revisore.
Oppure uno che picchi per te il tipografo.

E, come primo post, per oggi ci fermiamo qui. Sappiate che siete quasi oltre il limite massimo per saltare sul carro del festeggiato dicendo che lo conoscevate già prima. Però potete lecchinarlo a dovere ogni volta che vi bastona su qualcosa.
Il posto di correttore di bozze (e zerbino) è già occupato, ve lo dico.

1 Mi Piace

Be’, ovviamente ci voleva. In attesa di leggere l’ultimo articolo.

Ah, manca quello sulla blockchain! Notiziario degli ingegneri, 01/2019, pag. 22

2 Mi Piace

Vi anticipo che il prossimo (02/2022) si merita copertina e parla di cyberguerra.

1 Mi Piace

Nel numero 02/2022 del notiziario dell’ordine parlo di guerra cyber.

Argomento da prima pagina!!!

LA GUERRA CYBER NON SCOPPIERÀ

Va bene, adesso c’ho the periferal, poi me lo leggo e ti incenso.

Comunque te devi smetterla di inviare articoli a riviste sprovviste di correttori di bozze senza prima consultarmi: guardato al volo e già:

Tuttavia, sebbene una certa stampa di
settore pare soffiare sul fuoco della paura, dell’incertezza
e del dubbio, nonostante la guerra alle porte dell’Europa
che coinvolge due nazioni informaticamente evolute e
sicuramente assai dotate in termini di arsenali per la guerra
informatica, non si sono visti esempi spettacolari di attacchi
cyber o incidenti che siano andati oltre l’annuncio e al più
un certo fastidio.

sebbene una certa stampa di settore paresse (o al limite paia ma mi piace di meno. Di certo non “sebbene pare”) soffiare sul fuoco della paura (…)

Lascia stare, hai visto il numero? È un trimestrale.

E dunque? Questo autorizza consecutio alla membro di segugio? Va che adesso gli faccio le pulci su tutto il numero e poi scrivo a loro, all’accademia della crusca e alle maestre delle elementari e alle mamme dei soci di maggioranza.

Domani a scuola tutti accompagnati dai genitori, perbacco!

urgh!

è diventato presto critico per le operazioni militari come il terreno, il mare, l’aria e lo spazio.

Dai, traducete con un occhio anche ai modi di dire (“per terra e per mare”, ad esempio).

è diventato presto critico per le operazioni militari come la terra, il mare, l’aria e lo spazio.

Entrambe le nazioni () e che dunque hanno avuto il tempo e le risorse per prepararsi

Quel “che” va tolto.

Eppure la Russia, si diceva, è uno delle nazioni

una delle nazioni. Oppure uno dei paesi.

Cosa ci sia di vero, non è chiaro, per tanti motivi.

Allora scegli quella che ti piace di più, per le virgole: queste tre sotto vanno tutte bene a seconda di come vuoi o non vuoi enfatizzare, mentre quella sopra è da bacchettate sulle dita:

  1. Cosa ci sia di vero non è chiaro, per tanti motivi.
  2. Cosa ci sia, di vero, non è chiaro per tanti motivi.
  3. Cosa ci sia, di vero, non è chiaro, per tanti motivi.

(A me piace la seconda, ma anche la prima e la terza hanno il loro perché).

Sebbene le sue idee possano agli occhi di oggi apparire piuttosto limitate,

“agli occhi di oggi” (che espressione orribile!) tra due virgole.

Secondo Clausewitz, ogni azione aggressiva o difensiva per poter essere considerata di per se stessa come un atto di guerra deve aderire a tre criteri.

“per poter essere considerata di per se stessa come un atto di guerra” tra due virgole.
Oppure iniziamo a donare bombole d’ossigeno ai lettori

Nel tempo i concetti di von Clausewitz hanno mostrato dei limiti, dovuti principalmente al tempo e all’evoluzione della tecnologia, nonché soprattutto, all’innovazione apportata

“, nonché, soprattutto,” (“soprattutto” tra due virgole).

Nonostante tutto, anche il nuovo concetto di guerra ibrida o di dottrina Gerasimov, si può inquadrare

Al “nuovo concetto”, per arrivare a “inquadrare”, non serve una virgola dopo “Gerasimov”.

Oppure metti la virgola prima della “o”, in modo che “o di dottrina Gerasimov” stia in un recinto tutto suo.

e il testo di Rid dedica ampi capitoli nel sostenere e in parte dimostrare tale tesi; dico in parte perché dalla sua prima stesura alcuni fatti hanno in parte ridimensionato tali tesi

Tre sono troppi. E “dalla sua prima stesura” può stare tra due virgole:

e il testo di Rid dedica ampi capitoli nel sostenere e in parte dimostrare tale tesi; dico in parte perché, dalla sua prima stesura, alcuni fatti hanno ridimensionato parzialmente tale tesi

Anzi, essi sono attività che prese singolarmente hanno molto spesso scopo e natura criminale o al più politica;

“prese singolarmente” tra due virgole.

Il punto di Rid è che nella cosiddetta guerra cyber, in queste tre attività manca la componente violenta per se stessa, e anche quando gli effetti travalicano l’ambito dello spazio informativo riversandosi, direttamente o indirettamente, nel mondo reale, essi debbano considerarsi meramente come effetti secondari.

urgh!

Il punto di Rid è che (virgola) nella cosiddetta guerra cyber, in queste tre attività manca la componente violenta per se stessa (no virgola) e (virgola, il resto okay).

È importante comunque ribadire il punto che secondo la visione di von Clausewitz, senza ciascuno dei tre aspetti citati

urgh!

Il punto per cui (virgola) secondo la visione di von Clausewitz, senza ciascuno dei tre aspetti citati .

è descritto sovente comeil più tecnologicamente sofisticato software malevolo

Manca uno spazio tra “come” e “il”.

Il malware era in grado di infettare (…) di trasferirsi (…) di evadere (…) e a colpire

Era in grado a colpire? Dillo che ti ha infettato il programma di videoscrittura!

Era infatti previsto dal processo di arricchimento che le turbine lavorassero ad una frequenza fissa per giorni, il malware ne incrementava periodicamente la velocità fino oltre il limite di sicurezza

dopo “giorni” una virgola è una pausa troppo breve: lì ci va almeno un punto e virgola, se non proprio un punto.

Altro importante incidente che segna in un qualche modo uno spartiacque sul tema bellico, è il caso dell’attacco su grande scala all’infrastruttura informatica Estone nel 2007

“che segna in un qualche modo uno spartiacque sul tema bellico” va tra due virgole (manca quella iniziale).

in un luogo più adatto.A questa iniziativa

Dopo il punto e prima della “A” manca uno spazio.

sebbene gli effetti dell’attacco sull’integrità fisica delle persone e delle infrastrutture possono essere stati in alcuni singoli casi drammatici,

Possano.

non direttamente riconducibili allo stesso.Vi furono dimostrazioni

Dopo il punto e prima di “Vi” manca uno spazio.

Vi furono dimostrazioni e proteste anche in qualche modo violente anche prima dell’inizio dell’attacco

Ci può stare, ma suonerebbe meglio senza il primo “anche”.

Viceversa l’attacco ha avuto effetti nel dimostrare che le infrastrutture informatiche erano vulnerabili.

Nel passato, anche con “erano vulnerabili” poi: che ne pensi di “ebbe effetti” al posto di “ha avuto effetti”?

e conseguenti proteste,Tallin è diventata sede

Manca uno spazio tra il punto e “Tallin”.

Indizi portano a quella che può essere l’origine della tecnologia, US e Israele nel primo caso e Russia nel secondo, tuttavia la “pistola fumante” manca.

O che metti " US e Israele nel primo caso e Russia nel secondo" tra due parentesi proprio, o che metti due punti dopo tecnologia e un punto e virgola (o un punto) dopo “secondo”.

Nella giustizia penale così come in molte scienze sperimentali lo standard per identificare una prova

“così come in molte scienze sperimentali” tra due virgole.

come potrebbe essere nell’affare diTallin;

Manca uno spazio tra “di” e “Tallin”.

La sovversione è un problema vecchio e complesso, che è diventato con la diffusione delle telecomunicazioni e soprattutto di Internet e dei Social media, probabilmente il problema del momento.

“con la diffusione delle telecomunicazioni e soprattutto di Internet e dei Social media” tra due virgole (manca quella iniziale).

. La sovversione è un fenomeno in atto. Esso non ha necessariamente lo scopo della rivoluzione violenta, anzi. Sovversione può benissimo mirare

“Esso” sembrava giusto: poteva essere il fenomeno. Peccato che invece la riga dopo dice che era “Sovversione”. Transgender, dunque?

Essi spesso non sono strumento per veicolare proprio quelle idee, ma solo al fine di insinuare il dubbio

Il concetto è chiaro, ma grammatica e sintassi vacillano: sono “strumento col fine di” oppure “ma esistono [vengono/sono usati] solo al fine di”.

(…)fine di insinuare il dubbio, mettere in discussione l’istituzione o l’ordine costituito. Mantenere alto un livello di tensione sociale, allo scopo di muovere il disappunto e “guidare” la politica e il sentimento del paese.

Il punto tra “costituito” e" Mantenere" fa si che la frase dopo si perda in un limbo tutto suo: andava bene una virgola, come tra “insinuare il dubbio” e “mettere in discussione”: non è parte dello stesso processo e frase?

Sebbene il diffondersi di capacità e tecnologie malevoli anche in paesi dalle risorse assai limitate
sembrerebbe far propendere un’analogo diffondersi dell’esposizione delle infrastrutture critiche e quindi della possibilità dei paesi “poveri” di colpire avversari tecnologicamente più avanzati,

“anche in paesi dalle risorse assai limitate” tra due virgole.

“e quindi della possibilità dei paesi “poveri” di colpire avversari tecnologicamente più avanzati” tra due virgole (manca quella iniziale).

C’è una differenza immensa tra il livello di complessità di (…) e degli strumenti utilizzati nel secondo durante l’attacco all’Estonia del 2007

O dopo il “secondo” togli "durante l’attacco all’, o lasci il secondo e togli "durante l’ ".

Pertanto nel valutare l’opportunità di un’arma informatica rispetto un’arma tradizionale

Rispetto a un’arma tradizionale .

Ma al contrario, come dimostra Marta Ottaviani nel libro già citato, la guerra “fredda” moderna sta diventando non lineare, un mix di azioni di attrito condotto tramite metodi tradizionali, compresi quelli economici (le sanzioni adottate dall’UE e dagli USA nei confronti della Russia), sia di metodi
nuovi, quelli cyber appunto, in special modo quelli per cui l’attribuzione è nulla, parziale o falsa, ma anche a metodi psicologici e sociologici (PSYOP), con attori a volte ben identificati, pensiamo a gruppi criminali o APT o, a volte, sedicenti attivisti che potrebbero avere mandanti o finanziatori di enti nazionali, ma talvolta anche non identificabili, pensiamo alle fabbriche dei troll e delle fake news, in cui identificare la sorgente è praticamente impossibile.

Non ci siamo. Oltre alle virgole esistono i due punti, i punto e virgola, i punti. Questo pezzo è da ri-punteggiare tutto: sono svenuto tre volte, leggendolo, prima di arrivare in fondo.

Molto bello nel contenuto, almeno da nove. Per la forma, però, cinque. E solo perché sono di manica larga.
9+5=14 /2=7. Questo è il voto che prendi se metti il sondaggio. E non iniziare a dire che è tutta colpa del tipografo, eh?

Anche qui, grazie. Ho pubblicato l’articolo per chi lo volesse anche nel mio blog più serio (un po’ per volta vorrei portare tutti i miei scritti qui).

Questo articolo ha avuto una storia abbastanza complessa, mi hanno dato due settimane ma non avevo la benché minima idea di cosa scrivere. Ho deciso all’ultimo, ho scritto in fretta e furia, poi ho corretto e sterzato, peccato che misteriosamente l’ultima versione sia andata perduta nel tempo come lacrime nella pioggia, l’ultima versione aveva un taglio ancora leggermente diverso con citazioni più concise, ma il destino ha voluto che non andasse così. Alla fine ho mandato una versione a metà, e l’editore quasi credo non l’abbia letto.

Cimpy dovrebbero assumerti, la tua puntigliosità è preziosa.

Grazie ancora.

1 Mi Piace

Eh, mica per nulla sono il Ministro delle Ossessioni…

Comunque secondo me dovresti pubblicare i tuoi scritti in ambo i posti, nel tuo blog e qui. Magari prima qui e poi, dopo un giro di correzioni, di là.
Però non è così terribile - forse - pubblicarli anche solo di là e, ricevuti eventuali suggerimenti e deciso se applicarli, postare di qui (o mettere di qui un link al “di là”, come ti pare)

Cinavevo anche penaato, ma sui testi molto lunghi ho qualche dubbio.

Rifletterocci.

Ps: quandondicevo della tastiera dello smartphone non shcerzavo mica.

:thinking:

Sai, ho questa strana sensazione di gente che sperimenta sulle ossessioni altrui…
:eye:

Noooooo, davvvero? Non lavrei mai deto.

1 Mi Piace