Ho visto cose

La privacy è quella cosa che viene invocata sempre a sproposito e mai quando serve.

“il nostro amico”.

Giorni fa abbiamo avuto la visita di un topolino che si è divorato l’impossibile. Ogni mattina, il primo che arriva controlla le trappole per vedere se il nostro amico è morto. La storia però non riguarda il topolino perché, è bene dirlo, è una cosa comune nei supermercati di paese in mezzo ai campi. La storia riguarda le decisioni prese.
La sera dell’avvistamento ero io di presidio e dovevamo piazzare per la prima volta le trappole, dove metterle?

Io, che sono un genio, decido di visionare le telecamere di sicurezza per sapere da dove era arrivato e che tragitto aveva fatto.
Scopro che alle 21.00 il topo saliva sul banco del pane, correva sul banco dei formaggi e finiva nel banco della gastronomia.
I piatti erano protetti da un pesante foglio di cellophane ma lui riesciva a insinuarsi. Le immagini mostrano un topo che scorazzava avanti e indietro e ogni tanto si fermava a mangiare qualcosa.
Divertito della scoperta, vado in gastronomia per dare le direttive.
Il topo è apparso lì, è passato lì, mettete trappole lì ecc.
Nel mentre chiedo: maaa tutta la gastromia del mattino è stata buttata via?
La risposta: "no, abbiamo buttato solo quella dove c’erano segni di dove aveva mangiato.
Io: ma siete impazziti?
Loro: ci hanno detto di fare così.

Io sempre più allibito mi faccio dare il formaggio per le trappole e il gastronomo: ti dò quello che ha mangiato stamattina.
Ho scoperto che non era il tipo di formaggio mangiato dal topo ma lo stesso solo rifilato.

Ovviamente io non compro più NULLA in gastronomia e in panetteria.

Sono dei pazzi

Poi, quando lo catturi, si può mangiare il topo, perché è stato allevato bene…

Spero che certe decisioni le abbiano prese solo da te.

Aggiungiamo allora, gastronomia, panetteria e macelleria.

1 Mi Piace

Dare del catastrofista a chi ti fa osservare un problema, è il primo sintomo di incompetenza.
A me è capitato nel 2007, avevo un cliente che mi dava del porta sfiga.
Quando ho smesso di impuntarmi sui problemi, ha dovuto fare aumento di capitale ed è stato poi sollevato dal compito di direttore.
L’azienda ha praticamente chiuso.

1 Mi Piace

Ci ho messo un po’ a capire che si parlava di Conan (il barbaro) e non di Conad.
Ok.

vedi che c’aveva ragione lui? Porti sfiga!
:scream:
:rofl:

Che sono, non so se un anno e mezzo o due, che diciamo al collega (di altra società) che ha un portatile obsoleto, che deve farsene mandare uno nuovo dalla sua azienda, che i due colleghi suoi nullafacenti lo hanno avuto da tempo, che non può andare avanti così.

E lui niente, continuava a dire “dovrei andare a Roma” e noi “Mannò, te lo fai spedire” e lui “ci penso domani”.

Finché stamattina dalla SUA sede gli hanno inibito l’accesso alla rete per questioni di sicurezza, che il suo pc è così vecchio da non essere più patchato da MS.

Sicché lui, in attesa che gli mandino il pc nuovo (perché prima gli hanno bloccato questo, poi si sono accorti che senza non potrebbe lavorare e quindi fatturare), ha risolto usando il telefono: chiama o si fa chiamare da noialtri e dice cosa bisogna fare, tenendoti al cell due o tre ore a sessione e usando le tue mani e il tuo pc per i suoi compiti.
I tuoi li fai dopo, anche la sera, se quel che resta del giorno non t’è bastato.
E in tutto questo il Capo che fa? Dice di obbedire.
Non so se essere più arrabbiato con lui o con il Capo.
Con lui, con lui. Poi anche con il Capo.

Secondo me sei in galleria oggi

In effetti, sono in ritardo.

Ieri abbiamo subito una rapina a mano armata con coltello gigantesco.
Tutto bene, solo un po’ di shock e 600 euro rubate.
Io non c’ero però vi racconto la parte divertente che si vede nelle telecamere.

Un uomo sui 60 anni, all’ora di chiusura, con le porte chiuse, forza con un piede di porco la porta principale senza che nessuno se ne accorga. Poi si lancia verso la seconda porta convinto che sia aperta e si schiata. Forza la seconda porta e si dirige verso la cassiera per avere i soldi la quale lo manda a quel paese. Allora si dirige al box per avere i soldi ma non ce n’erano perché già depositati nella cassaforte.
Allora pretende la borsa di Luis Vitton che della boxista che lo manda a quel paese.
Alla fine gli danno un cassetto e gli dicono di andarsene.
Il ladro lo prende ma si lamenta che è pesante perché c’è dentro molta moneta.
Alla fine scappa sale sulla macchina e scheggia via, però sbaglia strada e si schianta contro il cordolo del parcheggio. Quell’idiota ha preso la parte del parcheggio senza uscita.

Tutti stanno bene.

Ma l’hanno arrestato? Non l’ho capito.

É scappato

Sì, ma non si può andare avanti in questo modo: questi ladri devono smettere di improvvisarsi e farsi un corso di specializzazione…

Ma davvero i dipendenti lo hanno sfanculato così? Son colpito.

Saranno abituati.

Sapevo che, in caso di rapina, le consegne ai dipendenti fossero di non fare gli eroi.

Poi pare che questo fosse particolarmente imbranato.

Però, anche rispondere male a uno con coltello…

Uffa sempre a prendermi in giro, state…

Per me non si sono resi conto di quello che stavano facendo

Non erano preparati e la consegna è dare i soldi subito senza discutere.
Siamo assicurati fino a 200.000 per furti in contanti, quindi è stipidi provocare i padti.

Infatti, era più o meno quello che pensavo. Con meno errori d’ortografia, però.